Dunque, eravamo rimasti a settembre, affascinato dalla promessa di un computer GPS con un schermo superluminoso, un sistema GPS di navigazione turn by turn facile da usare e una batteria con un’autonomia di  37 ore a soli 250 euro (euro più, euro meno) avevo supportato il progetto Xoss Sprint su Kickstarter e mi ero messo il cuore in pace, pronto ad aspettare fino a Natale per riceverlo.

A Natale però c’è stato un piccolo ritardo e la consegna è slittata al 10 gennaio; poco male, se sottoscrivi su Kiskstarter devi essere pronto a correre qualche rischio. E, in effetti, il mio computerino  è stato spedito il 10 gennaio, ma dal 20 gennaio risulta tracciato fermo in un magazzino a London Heathrow senza che mittente o spedizioniere sappiano dire perchè e per quanto altro tempo (e lo stesso pare sia successo con quello di tutti gli altri sottoscrittori italiani).

Dopo 5 mesi di attesa, ce ne sarebbe abbastanza da passare la giornata a refreshare il sito delle Poste Italiane ogni 10 minuti finchè non compaiono novità, se non fosse che nel frattempo i fortunati (tutti stranieri, per quel che ne so) che hanno ricevuto il loro Xoss Sprint hanno iniziato a lasciare i primi commenti su Kickstarter (un migliaio su 1.100 sottoscrittori, un media attorno al 90%, mica male!): chi si lamentava perchè il computer andava in blocco ogni mezz’oretta, chi perchè il PC o il Mac non riconosceva il computerino, chi perchè non si caricavano le mappe o non si accoppiava ai sensori, chi perchè le mappe scaricabili tramite l’app Xoss erano del 2008, chi perchè disegnare un percorso tramite app sul telefono è impossibile (e gli credo sulla fiducia), chi perchè il programma consentiva solo 20 way points (idem), chi perchè il computer non agganciava i satelliti, chi perchè la batteria (durata promessa 37 ore) dopo 3-4 ore era già al 50%, chi perchè da sempre l’ora del fuso di Pechino ovunque tu sia, chi perchè si rompevano le alette per fissarlo al supporto da manubrio. Insomma, niente che ti faccia rimpiangere di dover aspettare qualche giorno in più.

Per la verità, nel migliaio di messaggi ce n’era anche qualcuno di gente che apprezzava lo schermo super luminoso ed uno di Xoss che provvidenzialmente dava istruzioni su come segare a metà il computer e reincollare delle alette nuove.

Ora, tutto si può dire e tutto abbiamo scritto del Garmin, ma certamente in 10 anni il mio Garmin 500 non si è mai spento, con un paio di minuti di pazienza il segnale GPS l’ha sempre preso (anche se ogni tanto traccia a zonzo per qualche centinaio di metri e si perde qualche segmento) e le alette non si sono mai rotte; che uno dopo la prima volta che usa lo Xoss Sprint corra il rischio di doversi armare di seghetto, lima e colla per rimetterlo assieme è ben peggio di quanto uno potesse ragionevolmente temere nella più tetra delle ipotesi, anche considerando i rischi che uno si può prendere su Kickstarter.

Insomma, mi sono preso il rischio di comprare su Kickstarter, ho avuto pazienza, ho avuto la gioia di risparmiare 100-200 euro rispetto a Garmin e Wahoo, ma nella migliore delle ipotesi – se mai la spedizione ripartisse da Heathrow – mi troverò con un computer che non fa niente di più del mio vecchio Garmin 500 … “solo” 200 euro, ma buttati nel cesso per la più classica patacca cinese che non vale la metà del mio Garmin 500 vecchio di 10 anni.

Peccato, perchè l’idea mi piaceva, mi piaceva l’idea che qualcuno ravvivasse un mercato asfittico come quello dei GPS e lo Xoss Sprint mi sembrava molto bello.

Se qualcuno avesse la fortuna di riceverlo e provarlo, ci faccia sapere; io intanto, rassegnato, ci riprovo con il Wahoo Elemnt Bolt, sperando di avere maggior fortuna (e se mai mi avanzassero 10 minuti studierò come farmi ridare i soldi da Kickstarter).

AGGIORNAMENTO 24.2.2018

Computerino ricevuto, esteticamente è molto bello anche senza essere in materiali nobili come il Garmin e lo schermo è meraviglioso; ho scaricato senza problemi l’aggiornamento del software di cui su kickstarter si è parlato tanto, ho accoppiato i sensori di cadenza, velocità e cardio del Wahoo in un attimo e sono uscito per un giro di prova in mtb (senza sensori).

Il segnale GPS è così accurato che ho fatto da 0 a 61,7 km/h in un secondo (il che credo che abbia fatto sballare anche il rilevamento della potenza, per i quali è necessario impostare come unità di misura i kilowatt), fascia cardio segnata come riconosciuta eppure mi ha dato 0 pulsazioni tutto il giro, ora rigorosamente fissa sul meridiano di Greenwich, dopo 3 orette in bici a 5-10 °C sono rimaste 3 tacche su 4 di batteria (quindi le 30 e passa ore ce le sognamo). Alla funzione navigazione ho rinunciato appena ho visto che l’app indicava solo cartelle chiamate Nicaragua, dentro le quali era peraltro facile trovare file chiamati Iran.

Al ritorno a casa, nessun PC (pure il sabato in ufficio sono dovuto venire per togliermi il dubbio che fosse colpa del portatile che ho a casa) è riuscito a riconoscere lo Xoss, quindi nessun dato caricato su Strava e neppure il telefono ha più riconosciuto lo Xoss.

Quindi, siamo alle solite: tra un paio d’anni, dopo che la Xoss avrà usato noi clienti come tester, magari sarà un ottimo prodotto, così com’è questo computerino non vale un euro, fa ridere (o incazzare) anche rispetto al mio antidiluviano Garmin 500.

Certo è che tutto si può tollerare da un prodotto nuovo, ma che non azzecchi neanche l’ora è davvero troppo.

Le alette di fissaggio al supporto invece hanno retto senza problemi a 3 ore di legnate in mtb; almeno questo non dovrebbe quindi essere un problema.

Posted by Simo

Sono Simone Frassi, comasco, avvocato civilista, viaggiatore (www.2wd.it), delle bici mi piace tutto, l'allenamento duro, le passeggiate senza fretta con gli amici, l'oretta in pausa pranzo, gli assalti ai miei PR su Strava, le chiacchierate in sella, la ricerca di strade nuove, le gare dei pro, le nuove tendenze di stile, le gite in mtb, l'esplorazione delle città in bici; le uniche cose che non sopporto sono l'agonismo di chi alle GF è pronto a tutto per guadagnare la posizione in classifica che gli consentirà di arrivare 3.000mo e (pur rendendomi conto benissimo che non sono fatti miei) la mancanza di ispirazione chi fa sempre lo stesso giro, come un criceto sulla una ruota. Email: simo@bklk.it Strava: https://www.strava.com/athletes/807017

19 Comments

  1. da proprietario di un garmin (edge520) avevo letto il vostro articolo e mi ero fatto stuzzicare dall’idea di una valida alternativa.
    Ho contattato la Xoss più di 2 settimane fa, praticamente per tutti i canali possibili ma ancora aspetto risposta… e per un’azienda che si affaccia adesso sul mercato non è un bel biglietto da visita. Peccato.

    Rispondi

    1. Purtroppo no, almeno al momento.
      Credo che siano 4-5 nerds che si sono lanciati in un’avventura più grande di loro; magari tra qualche tempo riusciranno a sistemare i problemi ai vari software e diventare una valida alternativa a Garmin, ma al momento non sono in grado di gestire i rapporti con la clientela, nè di fare i test che avrebbero dovuto fare prima di lanciare il prodotto.
      Detto francamente, meglio che non ti abbiano risposto!!

      Rispondi

  2. Marco Golinelli 15 febbraio 2018 at 07:13

    Anche io sono in attesa di ricevere il mio xoss sprint

    Sapreste indicarmi il link per il tracking?
    Perché quello che ho ricevuto per mail è tutto in cinese e non capisco niente.

    Rispondi

    1. Ciao Marco,
      devi andare sul loro sito in cinese, mettere il numero di spedizione che ti hanno dato, poi spostare il pallino azzurro che c’è sotto il campo per l’inserimento della spedizione e poi cliccare sotto (se non ricordo male è un pulsante querry); ti dovrebbe uscire una pagiona con un numero che comincia con RG e poi ha vari numeri e l’indicazione dello stato della spedizione, che dovrebbe dare Heathrow.
      a quel punto vai sul sito delle Poste Italiane, clicchi su cerca spedizioni e metti il codice RG … dovrebbe dirti dov’è.
      Il mio è in lavorazione al centro operativo postale dall’8.2 … con tutto quello che ho letto su kickstarter mi è comunque passata l’ansia di riceverlo.

      Rispondi

      1. Marco Golinelli 15 febbraio 2018 at 09:37

        Gentilissimo Simo
        Ho controllato e risulta essere fermo dal 20/01 in Inghilterra

        Avevo grandi aspettative ma è troppi mesi che aspetto e sinceramente spero che arrivi prima dell’inizio di stagione… Inoltre io ho preso il pacchetto full… Sono proprio curioso di vedere cosa arriva..

        Rispondi

        1. Prego!
          Purtroppo, leggendo i commenti su Kickstarter, le mie aspettative sono precipitate a zero, tanto che mi sono comprato il Wahoo senza neanche aspettare lo Xoss.
          E’ anche vero che oggi come oggi l’hardware conta ben poco, se facessero gli aggiornamenti giusti magari prima o poi funzionerà; ma quando?

          Rispondi

  3. ALT fermi tutti!!! non disperate!!! Sono la vostra speranza.
    Aderito ad agosto, dopo aver letto vostra recensione, pagato fine agosto.
    KIT base 120 eu circa.
    Attenzione Attenzione, R I C E V U T O martedì 13/02.
    Abito in provincia di Como.
    Settato al volo, molto semplice!!
    Tre uscite circa 200km, in 2′ prende il segnale, mai perso durante l’uscita.
    Posso considerarmi soddisfatto.
    Problemi : window non riconosce il GPS, quindi non riesco a caricare mappe.
    Proverò con Mac.
    IL cell, nel mio caso Huawai P8 Lite, riconosce il dispositivo ma non riesce a collegarsi,
    uso un tablet Sansung, collegamento con strava istantaneo.
    Attacco compatibile garmin, non mi pare scarso di qualità!!
    Durata e qualità batteria è ancora presto!!!
    Buone pedalate!!!

    fabrxx
    Team Ridiculous

    Rispondi

    1. Bene, sono proprio contento che nno sia una patacca come sembra leggendo i commenti su Kickstarter.
      Anche se, tolta la funzione navigatore turn by turn, rimane tanto altro? A quel punto mi tenevo il mio Garmin 510 o mi compravo un Bryton a 50 euro.
      Comunque, se funzionassse sono il primo a essere contento, anche perchè immagino che tra qualche giorno arriverà anche a me.

      Rispondi

      1. Marco Golinelli 17 febbraio 2018 at 21:50

        Magicamente dopo quasi 1 mese di fermo
        Mi è arrivata la notifica che la spedizione si trova a Milano
        Ancora pochi giorni per ricevere il prodotto

        Rispondi

        1. Anche il mio risulta a Milano, da un paio di settimane …

          Rispondi

    2. Fabrizio

      come è andata con la dogana? Hai dovuto pagare degli extra?

      Rispondi

  4. mi aggiungo alla lista di quelli che sdtanno aspettando. Partito a metà gennaio dalla Cina e il 20 di Gennaio da Heathrow.
    Ho scritto alle poste e mi hanno suggerito di aprire un reclamo, cosa che ho fatto: telefonicamente mi hanno detto che il pacco era fermo perché non veniva rilasciato a Poste Italiane, adesso da tre o quattro giorni si è sbloccato ma non ha fatto strada. Ci sono degli aggiornamenti di metà febbraio ma il pacco risulta sempre fermo a Milano, e Poste risponde genericamente che sono dei controlli, che potrebbe eventualmente mancare qualcosa a livello di documentazione.. booooh

    Non mi aspettavo grandi cose in effetti, ho finanziato più per gioco che per altro, però sarebbe bello riceverlo.

    Chi l’ha già ricevuto può commentare circa eventuali costi doganali che ha dovuto pagare..?

    ciao
    Luca

    Rispondi

  5. Appena arrivato anche il mio. Il packaging è molto bello, l’oggetto è bello (non come il Garmin, ma molto più del Wahoo), lo schermo è luminosissimo e si legge benissimo.
    Da quello che ho letto, temo però che i problemi inizieranno questa sera quando inizierò a lavorarci sopra.

    Di dogana comunque non mi hanno chiesto nulla … almeno quello!

    Rispondi

    1. Marco Golinelli 21 febbraio 2018 at 11:37

      Io non capisco perché adesso mi da che è fermo a Milano dal 16/02

      Che succede ora?

      Rispondi

      1. Stessa cosa capitata a me, poi il 20.2 è andato in lavorazione a Peschiera Borromeo, il 21.2 è tornato a lavorare a milano, ieri a Como e questa mattina è apparso in consegna e l’ho effettivamente ricevuto.
        Abbia pazienza. Anche perchè pare che ce ne vorrà molta di più dopo che lo avrai ricevuto.

        Rispondi

  6. Ciao, non ho pagato nulla per dogana.
    Il support AXOSS risponde via mail velocemente, oggi mi han scritto che stanno
    sistemando il problema con window 10,
    con il 7 nessun problema di collegamento.
    Sono alla sesta uscita senza caricarlo, tutto ok.
    Anni fà sono stato uno dei primi ad acquistare un Bryton,
    quindi avevo messo in preventivo problemi
    ma in confronto con Axoss non c’è nè :-))))

    Rispondi

  7. Ciao a tutti, io l’ho ricevuto e come ho scritto nell’aggiornamento qui sopra sono riuscito a scaricare l’aggiornamento ed accoppiarlo ai sensori senza problemi; per Strava invece notte fonda.
    Altro dubbio … non ha la funzione “LAP”? io non l’ho trovata da nessuna parte …

    Rispondi

  8. Funzione lap non l’ho trovata,
    Strava si aggancia entrando in strava (appunto) avatar, impostazioni, le mie applicazioni, dove trovi sia per garmin, bryton e axoss…..quando sei agganciato puoi vederlo dalla app del gps, clicchi sull’ avatar in alto a sinistra, profile e vedi i social agganciati.

    Rispondi

    1. Fatto grazie. Visto che il cellulare non mi riconosce più lo Xoss, purtroppo non ha fatto molti passi avanti, però 🙂

      Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.